CASA PREFABBRICATA

Rina Agostino

Architetto, si occupa di Bioedilizia, Bioclimatica ed Efficientamento Energetico degli edifici. Esercita la libera professione principalmente in provincia di Varese e Novara.

I pochi fortunelli che hanno un terreno edificabile, giustamente si stanno orientando verso la costruzione di una casa prefabbricata in legno. I costi sono sempre più abbordabili, la velocità di esecuzione permette di ridurre notevolmente il periodo in cui si è costretti a pagare mutuo + affitto, e molto si risparmierà in riscaldamento. Inoltre, lontani sono ormai i tempi in cui casa in legno era sinonimo di chalet, oggi è possibile realizzare una casa in legno secondo i dettami dell’architettura contemporanea, che ne ha saputo valorizzare ulteriormente i pregi estetici. Anche se il motivo principale per cui viene solitamente scelta questo tipo di struttura è, oltre al basso impatto di cantiere, sicuramente il risparmio energetico che ne consegue.

La casa in legno infatti dal punto di vista dell’isolamento ha prestazioni decisamente migliori (a parità di spessore) rispetto a una casa in muratura, soprattutto per l’assenza di ponti termici.

Tuttavia se ci si sta orientando verso questo tipo di soluzione bisogna fare molta attenzione al tipo di casa in rapporto al clima della zona in cui si andrà a costruire: le case in legno infatti, se si considera soltanto l’isolamento e la riduzione dei consumi per il riscaldamento, possono fare brutti scherzi! Una casa in legno ottimamente isolata può essere perfetta in Germania, o anche in Trentino Alto Adige, dove il principale “nemico” del comfort è il freddo…molto meno in Pianura Padana durante la stagione estiva. Perchè? Vi ricordate il discorso sull’inerzia termica?

Solitamente le case in legno, “leggere”,  hanno bassa inerzia termica, infatti i materiali che meglio rispondono a questo requisito sono quelli caratterizzati da una consistente “massa”. La massa, perchè sia efficace, dipende dallo spessore e/o dalla densità del materiale stesso.

Ma niente paura! Potete tranquillamente coltivare il vostro sogno di casa in legno a 30 °C all’ombra… purchè vi assicuriate che:

  • l’orientamento della casa sia corretto
  • le vetrate esposte a sud siano ombreggiate da aggetti
  • l’isolamento della casa sia in fibra di legno ad alta densità
  • all’interno della casa sia presente una massa termica (pavimento o parete), opportunamente collocata, che possa svolgere le funzioni di assorbimento e rilascio del calore aumentando lo “sfasamento”.

Attenzione quindi al prestare attenzione unicamente al prezzo e alla velocità di esecuzione, pretendete anche che vi vengano certificate le prestazioni dei materiali e il comportamento energetico dell’edificio nella stagione invernale ma anche in quella estiva!

 

 

 

Se ti è piaciuto condividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

3 Replies to “CASA PREFABBRICATA”

  1. Apprezzo molto le tue “pillole”, anche se devo riscontrare alcuni “luoghi comuni”. Sembra che noi in Romagna viviamo nel posto con il clima piu’ sfigato della Terra! Vorrei ricordarti come a Bolzano (Alto Adige…), citta’ tra le piu’ calde d’Italia nel periodo estivo, costruire in legno e’ ormai una consuetudine ben radicata. Conosco alcuni proprietari di case con struttura in legno di Barbiano, Voltana (qui da noi, non in Germania) che hanno fatto questa scelta alcuni anni fa di cui sono contentissimi (alcuni edifici non hanno neppure l’aria condizionata…). Il discorso e’ comunque sempre lo stesso, valido per tutti i tipi di tecnica costruttiva: se vuoi costruire una casa di qualita’ devi avere personale e materiali di qualita’! E il mio consiglio e’ sempre lo stesso: se vuoi farti u na casa in legno

    1. Scusa, ma ho avuto un problema di testo… Volevo concludere con il mio consiglio: se vuoi farti una casa in legno la cosa migliore che puoi fare e’ parlare con chi abita gia’ una casa in legno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *