BONUS ENERGIA, COME PROCEDERE?

Rina Agostino

Architetto, si occupa di Bioedilizia, Bioclimatica ed Efficientamento Energetico degli edifici. Esercita la libera professione principalmente in provincia di Varese e Novara.

Cos’è il BONUS ENERGIA e quali sono gli interventi più convenienti? Leggi attentamente gli articoli selezionati per questo argomento.

A quanto pare anche per il 2018 il governo prorogherà il “bonus energia“, ovvero le detrazioni fiscali al 65% sui lavori riguardanti il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici.

Se state facendo i “conti della serva” per capire a quale lavoro di efficientamento energetico sulla vostra abitazione dare la priorità, per poter approfittare del bonus energia (detrazione del 65%), allora il mio “caloroso” suggerimento è partire dal tetto.

Bene, avete isolato il tetto e sono avanzati un po’ di soldini? Tenerli sotto il materasso non vi aiuterà a dormire meglio…investirli nella coibentazione delle pareti – continuando a sfruttare il bonus energia – invece sì…soprattutto in estate!

Dopo (e solo dopo) tetto e pareti, è il turno dei serramenti. Se li avete cambiati prima di isolare i muri, vi sarete accorti, con buona probabilità, che la condensa che prima scivolava sui vetri ora si è trasformata in muffa attorno alla finestra e lungo gli spigoli del soffitto.

E passiamo agli impianti, ma solo dopo aver isolato per bene la casa (a meno che non siano da cambiare prima perchè malfunzionanti, ovvio!).

Dopo tetto, pareti, finestre e impianti…facciamo un piccolo sforzo in più e installiamo pannelli solari termici sul tetto di casa, in particolare se abbiamo optato per un riscaldamento radiante a basse temperature.

In verità il fotovoltaico non rientra nelle detrazioni al 65% abbinate al risparmio energetico (secondo me, a torto), comunque, usufruisce delle detrazioni al 50% previste per interventi di ristrutturazione edilizia.

Uscito dalla porta del bonus energetico 65%, e fortunatamente rientrato dalla finestra, l’impianto geotermico costituisce una valida alternativa all’utilizzo di energia sostenibile, in questo caso l’energia della terra.

Se ti è piaciuto condividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *